ventiventi-pane-cereali
CONTORNI PIATTI

Il mio pane nero ai cereali.

Eh già. Il mio pane nero ai cereali.

Il pane, diceva mia nonna, è cosa da donne, il vino è cosa da uomo.
Non me ne vogliano tutti gli esperti, gli chef e soprattutto i maestri panificatori, ma forse la nonna un po’ di ragione l’aveva.
Parlava del pane e raccontava la vita, raccontava della nascita, raccontava dei pochi ingredienti. Raccontava del profumo della farina di una volta, che riusciva a far percepire tramite le sue parole…

Raccontava raccontava raccontava…

Ed è stata proprio una donna a stimolare il desiderio di farmi il pane. Sì sì, avete letto bene: di “farmi” il pane. Perché questa volta ho pensato proprio a me: un pane nero ricco di cereali che io adoro, per la colazione con una marmellata o confettura, o per una tradizionale merenda con i prodotti della nostra terra…

ventiventi-pane-cerali
ventiventi-pane-cereali

Perché è stata una donna? Perché ho ripreso dalla mia libreria uno dei libri della maestra Sara Papa, che fa venir voglia di panificare.

  • 500 g Farina
  • 300 g Acqua
  • 1 g Lievito compresso (di birra)
  • 1 cucchiaino di miele
  • 15 g Sale…

…e tanta tanta passione, senza fretta.

Per i tradizionalisti il mio pane nero ai cereali potrebbe suscitare qualche perplessità a prima vista. Ma come si fa a spiegare la sensazione di quando ne si addenta una fetta, morbida, profumata, con tutti i cerali che si percepiscono al tatto. E’ il caso di dire che qui la tradizione si sposa con l’innovazione. Provalo con un semplice filo d’olio. Ovviamente da buona pugliese consiglio anche pomodori e origano. O perché non accompagnarlo ad un buon secondo piatto?

Lasciati ispirare!

Condividi su

Potrebbe piacerti...